Risultati degli Europei Powerlifting 2017 a Biella PDF Stampa E-mail

Risultati (provvisori in attesa degli esiti dei test antidoping)

Con la pubblicazione dei risultati provvisori, la wdfpf-Italia rivolge un doveroso e sentito ringraziamento a tutti i protagonisti dei Campionati Europei di Powerlifting del 29 e 30 aprile 2017 a Biella.
Per primo si intende ringraziare Mauro Garolla con tutto il suo efficiente “Team” che hanno tenuto fede al gravoso impegno organizzativo che si erano assunti tempo addietro. Da rimarcare la disponibilità, la cortese accoglienza, l’assidua presenza a favore di ogni singola esigenza che è emersa sia prima che durante e, crediamo, dopo la competizione. Adeguata e accogliente la sede del PalaPajetta per l’impegno internazionale. Hanno fatto fare a Biella e al Piemonte una bella figura e hanno contribuito a dare dell’Italia un’immagine positiva in quanto a capacità organizzativa. A breve verrà fornito il link per richiedere le fotografie (qualche migliaio) e per vedere il montaggio dei video della competizione.
Per l’ottimale e corretta gestione della competizione hanno contribuito tutti gli ufficiali di gara internazionali sia provenienti dall’estero, come l’infaticabile Pat Reves, la Segretaria Internazionale Julia Segal e l’onnipresente Presidente Internazionale Wim Backelant, che i nostrani Ivano Bianchi, Marco Bosco, Paki Ranieri, Marcello Paredi, Lorenzo Russo e Mario Pino Montanino che hanno contribuito a fornire un sereno ed imparziale giudizio delle alzate dei validi atleti europei. Nell’occasione, domenica, ha ottenuto la possibilità di operare come arbitro internazionale anche Domenico Catricalà che sabato, a ottant’anni, ha gareggiato nella sua categoria di peso e nella sua classe di età, staccando il tagliando di presenza di atleta più anziano della competizione. Complimenti per il duplice impegno e risultato.
Per l’efficiente gestione delle due pedane di gara hanno contribuito in modo infaticabile gli assistenti caricatori, che con pazienza, competenza e garbo hanno collaborato sia a caricare i bilancieri che ad assistere gli atleti durante le loro alzate. Alla fine sono stati quelli che hanno sollevato più carico di tutti. Un ringraziamento di cuore.
Nella competizione internazionale a dare lustro e prestigio in quanto a qualità, design, robustezza ed eleganza delle attrezzature da gara hanno contribuito due marchi nazionali. Sia la Shark Rig che ha fornito le pedane, le panche e le rack da gara, che la ATX che ha fornito i bilancieri e i dischi da competizione hanno dato il giusto tocco di italica imprenditorialità, dimostrando, sul campo, di non temere confronti con altri competitor, sulla carta più titolati, dell’estero.
Un ringraziamento va agli atleti e alle atlete, veri protagonisti dei campionati, provenienti da dieci nazioni europee che, con sacrificio di energie fisiche ed economiche hanno voluto partecipare alla prestigiosa competizione continentale di powerlifting, tenendo un comportamento improntato alla sportività e al rispetto delle regole, nobilitando ulteriormente questa disciplina sportiva che, di anno in anno, sia nei preliminari che durante e dopo la competizione evidenzia una crescita culturale degli atleti.
Il “Team Italia”, inteso come squadra nazionale di alzatori di potenza, anche in questa occasione, si è dimostrato all’altezza della competizione sia dal punto di vista agonistico che dal punto di vista della compostezza, rispetto delle regole e fair play. Avere degli atleti e delle atlete che conquistano l'assoluto in campo internazionale evidenzia l'investimento in cultura sportiva che i singoli atleti, i loro allenatori e le associazioni sportive, nel tempo, hanno effettuato per migliorare le performances al punto da distinguersi positivamente. Vedere migliorati numerosi record internazionali oltre alla conquista di innumerevoli piazze d'onore dimostra un positivo stato di salute dei valenti atleti italiani.
Sperando di non aver trascurato nessuno in questi doverosi e sentiti ringraziamenti, crediamo che questo tipo di powerlifting, pur avendo ancora molte cose da migliorare, sia ben avviato verso il suo inserimento, a pieno titolo, tra le principali discipline che utilizzano sovraccarichi. L’inserimento delle competizioni di powerlifting durante il RiminiWellness attesta questa crescita in atto. Per utilizzare una metafora auxologica, dalla giovinezza ci si sta avviando verso la piena maturità, grazie a tutti gli attori che a qualsiasi titolo hanno contribuito, contribuiscono e contribuiranno alla crescita di questo sport